LE LANGHE, GLI AUGURI E LA TORTA GIANDUIA

Torta-gianduia

Ormai lo sapete. Il racconto dei viaggi e delle esperienze lo trovo una cosa abbastanza noiosa. Anche perchè se uno non sta pianificando un viaggio proprio in quel posto lì, raccontargli la rava e la fava serve veramente poco. Cambierà subito canale. O perlomeno io farei così. Tanto più se il pensiero reale che lo attanaglia è cosa cucinare per i pranzi e le cene delle feste.

Per questo mi limito a dirvi che a fine ottobre sono stata per la prima volta nelle Langhe, che è stata una esperienza molto bella, che i paesaggi sono stupendi (come potete vedere dalle foto…anche sulle foto sono stata parca) e che le bontà da assaggiare sono davvero moltissime. Tartufi, vini, funghi, carne, cioccolato, nocciole…

Nocciole-delle-Langhe

Torta-gianduia

Ed è proprio delle nocciole che parliamo oggi. Perchè con le nocciole potete preparare questa torta gianduia che merita davvero la vostra attenzione. Perché si presenta bene, specie se accompagnata da un ciuffettino di panna (cosa che io ovviamente non ho avuto il tempo di fare) ed è una vera e propria esplosione di sapore per le vostre papille gustative.

Poi è ovvio che anche questa ricetta, come quella della settimana scorsa, non è una ricetta tradizionale. Ma nulla vi impedisce di servirla insieme al tradizionale panettone o al pandoro.  Il vecchio e il nuovo che se ne vanno a braccetto sulla vostra tavole. E cosa ci può essere di meglio?

Le-Langhe

Torta-gianduia

E adesso, visto che questo è l’ultimo post del 2019, veniamo ai buoni propositi, che poi alla fine sono quelli di ogni anno e che ogni anno faccio fatica a mettere in pratica. Il più importante è quello di cercare la serenità, nel senso di dedicare il giusto tempo alle cose che per me sono importanti, di fuggire dalla frenesia e da tutte quelle cose che mi succhiano inutilmente quelle energie che potrei dedicare a ciò che amo. Di sicuro il mio trasferimento in città non ha aiutato le mie già precarie capacità di sorganizzazione del tempo. E forse devo ancora trovare il mio vero ritmo. Ci proverò anche quest’anno e spero di fare anche solo un millimetro in avanti rispetto a dove sono adesso. E sarà comunque un successo.

Perciò, dovendo farvi un augurio, il più sincero che posso farvi è proprio quello di riuscire  a dedicare più tempo possibile alle cose che vi piacciono, che vi rilassano, che stimolano la vostra creatività e che vi fanno stare bene. Poi è ovvio. Vi faccio anche quegli auguri che vi fanno tutti, salute, soldi, successi sul lavoro. E di trascorrere un Natale e un fine anno pazzescamente belli. Ma quelli, appunto, ve li fanno tutti. Io ci tengo a farvi questo proprio perchè è anche l’augurio che faccio a me stessa. E adesso la smetto perchè ho parlato anche troppo…Buon Natale e buon 2020!!! E ci vediamo presto…con tante nuove ricette e tante nuove idee in cucina.

Le-Langhe

Torta-gianduia

TORTA GIANDUIA

…………………………

INGREDIENTI (per una teglia da 20 cm):

  • 200 g di cioccolato fondente
  • 200 g di nocciole
  • 200 g di zucchero di canna
  • 200 g di burro
  • 4 uova
  • 2 cucchiai di farina
  • 3 cucchiai di crema spalmabile alla nocciola e cioccolato
  • nocciole tritate per guarnire

…………………………

COME SI FA:

  1. Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria molto lentamente e lasciatelo raffreddare per bene. (E’ molto importante che il cioccolato non sia caldo perchè la torta prevede l’utilizzo degli albumi montati a neve e questi si smonterebbero col calore).
  2. Tritate le nocciole con due cucchiai di zucchero che avrete tolto dai 200 g complessivi.
  3. Montate il burro e lo zucchero fino a che non avrete una crema abbastanza omogenea e dalla consistenza a pomata. Se avete una planetaria meglio, ma si riesce anche con un semplice frullino.
  4. Separate i tuorli dagli albumi e montate gli albumi a neve ferma.
  5. Aggiungete al composto di burro e zucchero le nocciole, la farina, i tuorli e il cioccolato sciolto e amalgamate per bene. Fatelo nella planetaria o col frullino perchè il composto è bello denso.
  6. Aggiungete quindi gli albumi montati a neve mescolando dall’alto verso il basso.
  7. Preriscaldate il forno a 180 gradi.
  8. Prendete una teglia a cerniera da 20 cm, imburratela leggermente (giusto per far attaccare la carta) e foderatela con carta da forno. Preparate una base di carta che sia leggermente più ampia del diametro della tortiera per evitare che il burro passi attraverso le giunture della tortiera.
  9. Versate il composto nella teglia, livellatelo per bene e infornate a 180 gradi per 20 minuti e a 170 per altri 40. Verificate la cottura facendo la prova dello stecchino nella parte centrale della torta che tende a cuocersi per ultima.
  10. Lasciate raffreddare la torta. Quando sarà fredda, ricoprite la superficie con un velo di crema di nocciole e cioccolato. Aiutatevi con la spatola e procedete delicatamente perchè la torta è parecchio friabile. Cospargete con la granella di nocciole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...