BELLE AMICIZIE E PIACEVOLI COLLABORAZIONI. JULS’ KITCHEN E LA PAPPA AL POMODORO

Pappa-al-pomodoro

C’è stato un tempo in cui questo blog non esisteva…C’è stato un tempo in cui ero solo una ragazza a cui piaceva cucinare e che un bel giorno ha capito che questa passione poteva essere concretizzata non solo cucinando per la famiglia e gli amici ma anche condividendola con parole e immagini in uno spazio virtuale.

Nel cercare fonti di ispirazione, mi sono imbattuta in Giulia Scarpaleggia e nel suo blog “Juls’ Kitchen“. Quasi senza accorgermene, mi sono ritrovata a leggere periodicamente il suo blog con inaspettata curiosità. Curiosità che, come direbbe Dante, ancor non mi abbandona. Sarà perché Giulia mi è sembrata una ragazza sincera e genuina, sarà perché il suo approccio alla vita e alla cucina è fresco e allegro, sarà perché la sua vita è tanto diversa dalla mia, sarà perché ho apprezzato la determinazione con cui ha fatto diventare la sua passione un vero e proprio lavoro…Insomma sono tanti i motivi per cui mi piace e la seguo.

Un bel giorno, dopo molti contatti purtroppo solo virtuali, Giulia ha chiesto aiuto per il suo nuovo libro “La cucina dei mercati in Toscana” . Ha chiesto dei “recipe tester”, cioè persone disposte a provare le ricette del libro per verificare che tutto fosse a posto e che le ricette fossero facilmente realizzabili. Ovviamente mi sono proposta subito. Inutile dire che questa esperienza è stata davvero interessante perché mi ha consentito di preparare piatti che probabilmente non avrei mai realizzato. Per esempio non conoscevo il pan di ramerino, che davvero è una qualcosa di sorprendentemente spettacolare. Non conoscevo il pane con la farina di castagne. Non avrei mai provato a fare il castagnaccio. E così via.

Pappa-al-pomodoro

Pappa-al-pomodoro

Alla fine Giulia è stata tanto carina da ringraziarci nel suo libro. La “Chiara M.” citata tra i recipe tester nella pagina dei ringraziamenti sono io. E ne sono molto orgogliosa. Per questo era da tanto che volevo dedicare un post a Giulia e al suo libro e raccontare del mio piccolissimo contributo. Ma si sa come vanno queste cose, si tende a rimandare. Poi qualche settimana fa sono andata per due giorni a Firenze. E ho capito che il momento era arrivato. Presa dall’euforia per tutte le bontà che ho potuto gustare, ho deciso di preparare una ricetta tratta dal libro. Anzi, non una ricetta ma “la ricetta”. Nel senso che è una ricetta fortemente rappresentativa della cucina toscana.

Sto parlando della pappa al pomodoro. Che io non avevo mai mangiato. E che è buonissima! Cioè: uno banalmente pensa…e che sarà mai? Pane e pomodoro…cosa c’è di speciale? E invece…mamma mia che bontà. Aveva proprio ragione Rita Pavone/Giovannino Stoppani (Gianburrasca)…è proprio un capolavoro. Una esplosione di sapori nostrani: pane, pomodoro, olio extravergine di buona qualità. Il risultato è sorprendente. Così come è sorprendente la bravura della nostra Giulia Scarpaleggia nel guidarci alla scoperta della cucina toscana. Un ringraziamento di cuore a lei ed eccovi la ricetta tratta dal libro “La cucina dei mercati in Toscana”.

Pappa-al-pomodoro

PAPPA AL POMODORO

…………………………

INGREDIENTI (per 4 persone):

  • 800 g di pomodori maturi
  • 2 spicchi di aglio
  • peperoncino secco
  • 4 fette spesse di pane toscano raffermo
  • 1 bicchiere di olio evo
  • 20 foglie di basilico
  • sale

…………………………

COME SI FA:

  1. Sbucciate i pomodori. Immergeteli per 30 secondi in una pentola di acqua bollente, poi passateli velocemente in una ciotola d’acqua fredda. Togliete quindi la buccia. Io ho accellerato questa operazione sbucciando i pomodori a crudo con l’aiuto di una mandolina. Quest’ultimo metodo però si può utilizzare soltanto se i pomodori sono belli sodi, altrimenti è meglio sbollentarli.
  2. Coprite di olio il fondo di una pentola l’aglio finemente tritato e il peperoncino. Fate imbiondire l’aglio e aggiungete i pomodori tritati. Cuocete a fuoco basso finchè non cominciano a disfarsi. Ci vorranno circa 10-15 minuti.
  3. Nel frattempo immergete le fette di pane in acqua fredda per farle rinvenire un po’, strizzatele e aggiungetele ai pomodori insieme a 1 tazza d’acqua.
  4. Regolate di sale la pappa e fatela cuocere sempre a fuoco lento per 10 minuti, mescolando vigorosamente di tanto in tanto per dare la tipica consistenza cremosa e vellutata.
  5. Spegnete il fuoco e aggiungete il basilico spezzettato e il resto dell’olio. Mescolate bene.
  6. Lasciate riposare la pappa per almeno un’ora e poi, se volete servirla calda, riscaldatela a fuoco basso, altrimenti servitela a temperatura ambiente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...